ClassificaConcetti

10 film sulla Vendetta

Dedo1 comment348 views

La vendetta è un piatto che va servito freddo, almeno così sanno tutti. In questo post voglio consigliare 10 film che si basano sul concetto di Vendetta. Prima di affrontare insieme la «classifica» cerchiamo di capire di cosa parliamo quando parliamo di «vendetta»; per lo meno di che tipo di vendetta assistiamo sul grande schermo. 

La vendetta in breve

La vendetta è sempre correlata al concetto di giustizia. Chi si vendica lo fa perché vuole ristabilire la condizione di giustizia precedente al torto subito (o che pensa di aver subito). Se non ci fossero le leggi e lo Stato il modo più antico ed emotivo per riparare un torto subito è quello di vendicarsi, ossia rivalersi con le proprie forze verso chi ci ha offeso. L’antropologia ci insegna però che quest’azione genera quasi sempre una reazione a catena in cui la vendetta non trova fine. Si entra in un vorticoso circolo in cui la vendetta cresce sempre di più, perché una volta che mi sono vendicato del torto subito devo aspettarmi un’altra azione vendicativa del soggetto di cui mi sono vendicato e così via. Lo si può percepire chiaramente nelle faide mafiose dove l’omicidio di componenti di spicco di una famiglia innesca un processo vendicativo senza fine, in cui i morti tra le fazioni opposte si moltiplicano inesorabilmente.

Trasferendo il desiderio di rivalsa e giustizia a un terzo e neutro polo rispetto ai contendenti si disinnesca la virulenta azione continuativa della vendetta. Questo terzo polo è, nelle nostre società, il tribunale. Gli Stati amministrano la giustizia con l’emanazioni delle leggi e fatta rispettare attraverso la magistratura e la polizia. In effetti, demandando la giustizia a un terzo polo super partes, il meccanismo vorace e fagocitante della vendetta viene smorzato, attenuato, annichilito.

Che succede però quando l’autorità preposta non fa giustizia? Cosa accade quando si percepisce che non si può ristabilire la giustizia originaria attraverso un terzo polo super partes? Si ripiomba nel meccanismo della vendetta, che non è altro se non la giustizia personale in quanto non più amministrabile dal terzo polo. I film che hanno come topos principale la vendetta mettono a tema principalmente questa disfunzione; ovvero: non potendomi rivolgere all’autorità che amministra la giustizia (per un qualsiasi motivo: sono un criminale e devo vendicarmi di un altro criminale, sono vittima di un potente in combutta con altri potenti, non posso addurre prove in tribunale…),  in qualche modo sono costretto a provvedere da solo al riequilibrio della condizione originaria della giustizia attraverso, appunto, la vendetta.

NO SPOILER

I miei 10 film preferiti sulla vendetta

Old Boy

1. La trilogia della vendetta di Park Chan-wok

Sulla primissima posizione ho un po’ barato. Infatti la trilogia della vendetta sono tre film, uno meglio dell’altro, del regista sudcoreano Park Chan-woo che esplora e indaga le dinamiche vendicative da tre prospettive diverse e indipendenti. Quindi potete vederli nell’ordine che preferite. I film sono: Mr. Vendetta (2002), Old Boy (2003) e Lady Vendetta (2005). Film bellissimi! Old Boy è senza dubbio il migliore, stratosferico! Tanto che anche Hollywood ne ha fatto un remake ma molto più debole che vi consiglio di non vedere. Credetemi, basta Old Boy.

2. C’era una volta il west (1968)

Western straordinario  del mitico Sergio Leone con attori in grande spolvero. Un classicone intramontabile che non si può non vedere. Qui la vendetta è perseguita in maniera molto seria sulle note di una spietata «Armonica».

3. La sposa in nero (1967)

Il regista francese François Truffaut mette in scena una vendetta da manuale. Una giovane e bella donna riuscirà a vendicarsi del torto subito da cinque uomini dell’alta società. Più che sposa in nero è una sposa vendicatrice.

Gli spietati

4. Gli spietati (1992)

Ancora un western. Forse perché il genere si presta al tema della vendetta. Clint Eastwood mette in scena una vendetta asciutta, senza fronzoli, evitando il troppo ciarlare. Una vendetta spietata appunto; perché lei, la vendetta, si fa se si deve fare senza troppi giri di parole!

5. Bastardi senza gloria (2009)

Tarantino riscrive addirittura la storia solo per mostrarci quanto possa essere determinata (e appagata?) una persona nel ristabilire l’ingiustizia. Forse l’ingiustizia più consistente dell’umanità: il nazismo. Il film ha più di un intreccio, ma la vendetta impavida di Shoshana mi sembra l’elemento principale.

Tarantino ha firmato almeno altri due film in cui il tema della vendetta è decisamente importante e che consiglio assolutamente di vedere: Kill Bill (Volume 1 e 2; rispettivamente 2003 e 2004) e Django Unchained (2012) [si lo so, un altro western!].

6. Cane di paglia (1971)

Sam Peckinpah dirige un ottimo film in cui la vendetta prende forma nell’indole pacifica di un professore. Stanco degli abusi subiti da un gruppo di balordi si lascerà andare a una feroce e potente rabbia vendicativa.

Memento

7. Memento (2000)

Come puoi vendicarti dell’omicidio di tua moglie senza immagazzinare nuovi ricordi? È la convincente storia messa in piedi da Christopher Nolan in questo film. Da vedere assolutamente. Il film ha implicazioni filosofiche molto importanti oltre la vendetta.

8. V per Vendetta (2005)

Graphic novel di Alan Moore e portato sul grande schermo da James McTeigue è la storia di una vendetta rivoluzionaria in una Inghilterra futuristica e orwelliana. La pellicola ha un forte impatto e nonostante il topos principale sia la rivoluzione verso governi totalitari è la vendetta il sentimento propulsivo e originario che spinge il protagonista all’azione.

9. Sleepers (1996)

Quattro inseparabili amici cresciuti in una zona malfamata di New York vengono mandati in riformatorio per aver ferito un uomo all’uscita della metropolitana. Quello che succederà nell’istituto riabilitativo segnerà per sempre questi ragazzi che quattordici anni dopo si ritroveranno meditando vendetta. Il regista, Barry Levinson, firma anche la sottile e avvincente sceneggiatura.

Revenant

10. Revenant (2015)

Alejandro González Iñárritu non ha bisogno di presentazioni. E sì, è il film in cui Leonardo di Caprio finalmente vince l’Oscar! La vendetta qui è volontà di potenza. Oltre l’orso mortale, oltre la morte incombente, oltre i ghiacci intollerabili, oltre gli astuti francesi, i pericolosi banditi e la fame che morde le budella… c’è la vendetta!

***

Senza dubbio ci sono molti altri film su questa tematica meritevoli delle classiche dieci posizioni. Alcuni non li ho visti; altri, forse, non mi sono venuti in mente. Non importa, perché scopo del blog è affrontare tematiche filosofiche attraverso i film e queste opere esplorano il concetto di vendetta da quasi ogni angolazione per cui possiamo esaminare per bene il concettidea «vendetta» attraverso i concettimmagine dei film.

Se avete in mente altri film non esitate a segnalarmeli oppure stilate voi una classifica personale sul tema della vendetta e inseritela nei commenti (non amo le classifiche, però possiamo prenderle come strumento per confrontarci).

Se il post ti è piaciuto ti invito a condividerlo o mettere un like, aiutami a far crescere Filosofia del Cinema! Grazie.

 

 

Dedo

Il cinema pensa! E non lo fa solo nei film impegnati dei grandi auteurs. Ogni pellicola muove da un pensiero che tocca le corde più profonde del nostro sentire. In quanto tale, il cinema fa filosofia!